Sagra della Polenta


Ottobre è dedicato alla polenta. A San Cassiano di Brisighella le prime tre domeniche di ottobre potrete assaggiare questo semplice e gustoso alimento in tutte le sue varianti. Condita con il ragù di carne, con il sugo di funghi, arricchita dal formaggio fuso oppure abbinata alla selvaggina o al baccalà. In occasione della Sagra della Polenta saranno soddisfatti i gusti di ogni visitatore. Continua a leggere

Ricette senza glutine: ciambella romagnola


Le tentazioni della cucina romagnola sono davvero tante, e soprattutto per chi ama provare sapori nuovi durante le vacanze è davvero difficile resistere alle delizie tipiche che questa terra offre in abbondanza.

Anche chi necessita di cucine particolari a causa di allergie e intolleranze, in Romagna può trovare diversi alberghi che, nel proprio ristorante, propongono le ricette della cucina tradizionale realizzata con ingredienti specifici per celiaci o per altre necessità. In particolare sono gli hotel per famiglie con bambini Rimini o dintorni, che sempre più spesso si stanno organizzando per garantire un menu speciale e tutte le accortezze necessarie per ospitare anche chi soffre di intolleranze alimentari.

Continua a leggere

Festa del Bagnino a Riccione: pesce, vino e liscio romagnolo


E’ una giornata speciale quella dell’8 giugno sulla nostra costa, una data che i più maturi ricorderanno perché legata ad un episodio tragico avvenuto nel 1964.

In anni in cui il turismo sulla Riviera Romagnola stava riprendendo quota, e si iniziava a dimenticare la carestia e le difficoltà del dopoguerra, con l’estate alle porte e la stagione pronta a iniziare, nella sera dell’8 giugno una tempesta fra le più violente del secolo si riversò su gran parte dell’Italia centro settentrionale. La provincia di Rimini fu quella maggiormente colpita, e a farne le spese furono principalmente i pescatori, i bagnini e tutte le attività situate vicino alla costa.

Continua a leggere

Un sapore unicamente romagnolo: il Savor


La cucina romagnola è ricca di specialità che affondano le proprie radici nelle tradizioni contadine e i dolci hanno sempre rivestito un posto d’onore grazie alla loro indiscutibile prelibatezza. Prodotti nati in contesti umili e rurali, si contraddistinguono per l’essenzialità degli ingredienti e la semplicità della realizzazione, senza però rinunciare mai al gusto, una caratteristica imprescindibile per tutte le eccellenze dolciarie romagnole.

Proprio grazie al loro sapore genuino e “antico”, molte di queste ricette sono riproposte ancora oggi con ampio successo. A fianco al castagnaccio, al bustreng e al migliaccio, molto gustoso è anche il savor, un dolce ricco di memoria e tradizione. Continua a leggere

I Musei del Gusto dell’Emilia Romagna


L’Emilia Romagna possiede un patrimonio davvero ricco di tradizioni legate alla tavola e alla vita contadina, segreti, storie e ricette che nel corso dei secoli sono state preservate e tramandate da una generazione all’altra, costruendo una vera e propria cultura del cibo oggi tanto apprezzata da chi visita queste terre.

Tradizioni, tipicità, strumenti produttivi ormai in disuso e affascinanti storie a metà fra realtà e leggenda sono le ricchezze che oggi compongono un percorso imperdibile attraverso la regione Emilia Romagna, nei 19 Musei del Gusto disseminati in altrettante città del territorio. Continua a leggere

Faenza e la notte de bisò


Il bisò, tipicità faentina, è un vin brulè fatto con Sangiovese speziato, si prepara in inverno e va servito molto caldo. Il suo nome deriva da una incitazione in dialetto locale, tradotto in italiano corrisponde a “bevi su”.

Il 5 gennaio di ogni anno la dolce e inebriante bevanda è protagonista della Notte de bisò, una grande festa tradizionale che si svolge in Piazza del Popolo, in centro a Faenza e che attira migliaia di visitatori. Per chi trascorre le vacanze natalizie in hotel Ravenna o nelle vicine località, l’evento è un occasione davvero imperdibile per vivere una grande festa, provare la specialità romagnola e portare a casa un bel souvenir dell’evento. Continua a leggere

A Cattolica sapori d’autunno al profumo di mare


La Riviera Romagnola anche in autunno delizia il palato dei suoi ospiti con ricette davvero irresistibili. Piatti che uniscono al profumo del mare quello inconfondibile dei prodotti del sottobosco. In una località come Cattolica, un antico borgo marinaro che conserva ancora la sua vocazione di centro di ristoro, la gastronomia la fa da padrona. Cattolica inoltre è conosciuta già dalla fine del Ciquecento come “Contrada delle taverne“.

Sono numerosi e confortevoli poi gli hotel Cattolica con cucina romagnola che in questo periodo propongono convenienti soggiorni all’insegna del gusto. Qui potrete infatti assaggiare i famosi tagliolini allo scoglio, un primo piatto sostanzioso ma preparato con ingrendienti semplici come pasta all’uovo, frutti di mare e pomodoro. Oppure l’occasione di assaporare le tagliatelle Mare e Monti, un’armoniosa combinazione di mazzancolle e funghi freschi di stagione. E perchè no, l’intramontabile risotto di mare che nella stagione fredda sarà più che mai gradito al vostro palato. Continua a leggere