Cosa sono gli strozzapreti?


E’ sicuramente un nome curioso attorno al quale girano numerose spiegazioni etimologiche e leggende. Essendo una pasta tipica romagnola, il collegamento con il sentito anticlericalismo di questa terra viene automatico. La Romagna, infatti, per diversi secoli ha subito la dominazione della Stato Pontificio e non di buon grado. Quindi, quando i preti si sedevano alle tavole delle povere famiglie di contadini è possibile che i mariti si augurassero che si “strozzassero” abbuffandosi con la pasta preparata dalle donne di casa e con quelle poche risorse che erano riusciti a trovare!

Gli strozzapreti sono quindi una pasta fresca povera e semplice perchè priva di uova, prodotto che fino a cinquant’anni fa nelle campagne era usato come vera e propria moneta con la quale acquistare materie prime non reperibili in natura,  lo zucchero tra tutte.

Gli strozzapreti sono piuttosto facili da preparare ma occorre una discreta manualità quindi allenatevi!
Dopo aver creato l’impasto con farina, acqua e sale, si procede a stenderlo con il mattarello fino a ottenere una sfoglia alta circa 3 mm. Si tagliano delle strisce larghe 1,5 cm e, una alla volta, si prendono tra i due palmi delle mani e  si arrotolano con un gesto deciso. Sempre con le dita si tagliano gli strozzapreti lunghi circa 5-6 cm.
Vanno sistemati su di un vassoio infarinato e poi cotti in abbondante acqua salata. Il tempo di cottura è brevissimo perché si tratta di pasta fresca.

Abbiamo detto che è una pasta povera fatta di sola farina e acqua quindi un sugo ricco e gustoso è d’obbligo.
Ottimi sono gli strozzapreti al ragù di carne ma vale la pena anche assaggiare quelli nella versione con speck, spinaci e formaggio di fossa o con radicchio e pancetta.
Qui lasciamo ampio spazio alla vostra fantasia ma non possiamo non dirvi che sono ottimi con un bel sugo di pesce ricco di gamberetti, vongole, cozze e seppie.
Una delle varianti che noi preferiamo è però quella vegetariana con un pizzico di piccante dato dal peperoncino!

STROZZAPRETI CON MELANZANE, OLIVE TAGGIASCHE E BASILICO
Ingredienti per 6 persone:
500 gr di farina
Acqua
Sale
2 melanzane lunghe
Passata di pomodoro
Olive taggiasche
Olio Extra Vergine d’Oliva
Basilico
Peperoncino
Scalogno

Preparazione:
seguire il procedimento descritto sopra per preparare gli strozzapreti.
Per il sugo, invece, vanno tagliate a piccoli dadini le malanzane e fatte appassire in padella con mezzo scalogno precedentemente imbiondito. Cuocere con il coperchio e aggiungere acqua se necessario. Dopo circa 15 minuti, aggiungere la passata di pomodoro e lasciar cuocere per altri 15 minuti. Salare, aggiungere le olive taggiasche, del peperoncino e qualche foglia di basilico. Cuocere gli strozzapreti in abbondante acqua salata e mantecare in padella con il sugo preparato.
I più golosi possono aggiungere una spolverata di ricotta salata dopo averli impiattati.

Annunci

Un pensiero su “Cosa sono gli strozzapreti?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...