Sagra della castagna: idee per ricette e utilizzi in cucina


Ottobre è il suo mese e le celebrazioni si snodano su tutto il territorio nazionale. Famosissima è quella di Marradi ma anche Montefiore Conca ha la sua. Stiamo parlando della castagna e delle tante sagre a lei dedicate. Se trascorrere un week end a Riccione non potete perdere quella di Montefiore Conca in programma domenica 14-21 e 28 ottobre.
Il piccolo e pittoresco borgo dell’entroterra romagnolo si prepara a festeggiare l’edizione numero 48 di questa festa tutta dedicata all’antichissimo e prelibato frutto autunnale del sottobosco.

Per alcuni le castagne sono proprio come le ciliegie, una tira l’altra, soprattutto quando si parla di caldarroste. Ma questo non è l’unico modo per gustarle in purezza perché sono ottime anche lessate in acqua o crude, sempre che si abbia voglia di togliere la pellicina (in termine tecnico, episperma) che spesso mette alla prova anche la pazienza dei mangiatori più ghiotti.
Grazie alla loro alta percentuale di amido, dalle castagne si ricava la farina utilizzata per preparare dolci, ciambelle, i famosi marrons glacés ma anche pasta fresca come tagliatelle e ravioli. Le castagne si possono inoltre conservare con il rum, trasformare in budini o utilizzare per ripieni di tacchino e fagiano.
Ora vi daremo una ricetta gustosa per utilizzare questo favoloso frutto per un primo piatto sostanzioso e  profumatissimo, un vero e proprio “piatto della domenica” autunnale.

TAGLIATELLE CON FARINA DI CASTAGNE
Ingredienti: 280 gr di farina di castagne, 200 gr di farina di grano duro, 1 cucchiaio d’olio, acqua q.b., 1 cucchiaino di sale.
Procedimento: mescolare le due farine, fare una fontanella e mettere al centro il sale e l’olio. Iniziare a impastare e aggiungere l’acqua pian piano, al bisogno. Lasciare riposare la palla ottenuta per mezz’ora poi stenderla e tagliarla in modo da ottenere delle tagliatelle.

Ecco, ora che la pasta è pronta, è necessario pensare al condimento. Si possono fare le tagliatelle alla boscaiola con un misto di funghi (porcini, pioppini, galletti), condirle con un buon ragù alla bolognese, con un sugo di salsiccia, con pancetta e salvia, speck e zucchine oppure unire i sapori del mare a quelli dei monti improvvisando delle tagliatelle allo scoglio con molluschi e crostacei. La fantasia non ha limiti e nemmeno il gusto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...