Come si preparano i nidi di rondine romagnoli?


La cucina tradizionale emiliano – romagnola ha nei primi piatti il proprio punto forte. Cappeletti, tagliatelle, lasagne al forno e ravioli sono sempre state l’abc culinario delle ‘azdore’, le donne di casa simbolo del territorio e della cucina, e i piatti forti degli hotel Riccione per famiglie.
Tra le preparazioni che utilizzano la pasta all’uovo ci sono anche i nidi di rondine, famosi anche con il nome di rosette o roselline, per via della forma che ricorda il fiore. Sono forse meno conosciute delle più celebri “cugine” lasagne, ma altrettanto gustose e saporite. Il procedimento è molto simile e si differenziano sostanzialmente per la forma e per alcuni ingredienti.
La preparazione potrebbe sembrare lunga e brigosa, in realtà se si è abili a impastare ce la si cava in una mezz’oretta. I meno esperti possono cimentarsi oppure comprare la pasta all’uovo in negozio e procedere con la ricetta.

NIDI DI RONDINE CON PROSCIUTTO COTTO E BESCIAMELLA
Ingredienti per 4 persone: 200 gr di pasta all’uovo (si prepara con 200 gr di farina, 5 gr di sale e 2 uova), 500 cl di besciamella (si prepara con 50 gr di burro, 40 gr di farina, 500 cl di latte, sale e noce moscata q.b.), 200 gr di prosciutto cotto, 40 gr di parmigiano, passata di pomodoro, 150 gr. di mozzarella e basilico.

Procedimento: una volta preparata la pasta all’uovo, stenderla in una sfoglia sottile (1-2 miillimetri), tagliarla in grandi rettangoli e immergerla per 30 secondi in una pentola con acqua bollente salata. Scolarla  e passarla sotto l’acqua fredda,poi metterla ad asciugare su di un canovaccio pulito. Nel frattempo si prepara la besciamella e si iniziano a comporre i nidi di rondine. Sopra un quadrato di pasta, mettere uno strato di prosciutto cotto, la mozzarella, la besciamella e il parmigiano. Arrotolare il rettangolo fino a formare un grande rotolo che poi va tagliato in fette alte circa 4 cm e successivamente riposte in una teglia da forno con i bordi alti. Una volta create tutte le roselline, si cospargono con della passata di pomodoro insaporita con basilico e sale. Il gioco è quasi fatto: basta infornali a 180 per una ventina di minuti e servirli caldi.

Annunci

Un pensiero su “Come si preparano i nidi di rondine romagnoli?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...