Il crescione: pianta afrodisiaca e piatto tipico romagnolo


Il crescione è una pianta erbacea  che fiorisce spontaneamente fra maggio e luglio, periodo in cui si può trovare in abbondanza nelle campagne vicino a corsi d’acqua.

Sin dall’antichità i fiori, le foglie e i semi di questa pianta dal sapore aspro e dall’odore piccante sono stati utilizzati nella preparazione di cibi e unguenti vari. Vasta è la letteratura che si riferisce a questo ingrediente, e diverse le proprietà che gli si attribuiscono.

Per i Persiani il crescione, o nasturzio, veniva infatti classificato come alimento ideale per i bambini, il celebre medico greco Discoride, invece, esaltava le qualità stimolanti dei semi e il loro potere afrodisiaco. Ippocrate prescriveva il crescione come espettorante, mentre per i romani le proprietà corroboranti e afrodisiache del Nasturzio non erano nei semi ma nella pianta, e ancora Plinio riteneva che il suo aroma fosse utile a tenere la mente vivace.

Le proprietà del nasturzio riconosciute dalla moderna erboristeria sono quelle diuretiche, depurative, stimolanti e balsamiche. Per il caratteristico e ricco sapore che le appartiene, e per la facilità con cui la si riesce a reperire infine, la pianta del crescione viene utilizzata in diversi piatti, sia fresca nelle insalate e nelle salse, sia cotta come da tradizione romagnola, e poi inserita come ripieno della piadina.

Dal nome della pianta deriva infatti il cosiddetto crescione romagnolo, un piatto tipico che oggi mantiene dell’originale ricetta solo il nome , anche questo quanto mai vago dato che a seconda delle località lo si può sentir chiamare cassone, crescione, cascione o addirittura guscione. Se la ricetta tradizionale prevedeva appunto l’uso della pianta del crescione come sola farcitura della piadina, che veniva poi chiusa e messa a cuocere, oggi, data la grande quantità di piadinerie presenti ovunque in Romagna e nono solo, è oramai possibile gustare cascioni, cassoni o crescioni farciti con erbe, salumi, carne, verdure, formaggi, salse e qualsiasi altro ingrediente ci passi per la mente.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...