Sagra della Seppia 2017 a Pinarella: torna la tradizionale sagra della cucina marinara romagnola


A Marzo si rinnova l’appuntamento con la Sagra della Seppia, un classico e immancabile evento di Pinarella di Cervia che celebra la seppia e le specialità culinarie della città, focalizzando l’attenzione sulla cucina di mare.seppia

La seppia è infatti la grande protagonista di una lunga settimana di eventi, che tradizionalmente si tiene in concomitanza con la ricorrenza di San Giuseppe, evento festeggiato in Romagna con i falò per accogliere la primavera.

Ogni serata a Pinarella sarà allietata dalle specialità marinare locale, quasi tutte a base di seppia. Il pubblico potrà gustare il risotto alla marinara, lasagne al nero di seppia, spaghetti al profumo di mare come primi, e seppie con piselli, seppie alla romagnola, spiedini e frittura come secondi. Le serate della Sagra della Seppia saranno arricchite da musica e spettacolo con il seguente programma:

14 Marzo: i Caiman
15 Marzo: Orchestra di Luca Bergamini
16 Marzo: i Margo 80
17 Marzo: Roberta Cappelletti e la sua orchestra
18 Marzo: musica con Sofia e Ale
19 Marzo: musica con I Ripetenti

La Sagra della Seppia 2017 si tiene quindi a Pinarella di Cervia dal 14 al 19 Marzo, presso la zona Centro Commerciale di fianco a Viale Tritone.

La Mora 2017: la rassegna di Febbraio di Bellaria Igea Marina dedicata alla mora romagnola


Ogni anno Bellaria Igea Marina celebra la tradizione del territorio e il gusto della mora romagnola con La Mora, lungo mese dedicato alla gastronomia della Romagna. Per tutto Febbraio ristoranti e locali proporranno menù a tema, permettendo al pubblico di scoprire e apprezzare piatti a base di autentica mora romagnola, razza suina tipica del territorio.la-mora-2017.jpg

Tutto il mese di Febbraio sarà quindi all’insegna della bontà della mora romagnola e ogni locale proporrà un menu a tema; non mancano aperitivi, stuzzichini e degustazioni da provare nei principali locali di Bellaria Igea Marina. Ecco dove gustare la mora romagnola:

Ristoranti e osterie

Capitan Bagati
Da Gianola
La Taverna Da Bruno
Osteria Della Contessa
Osteria Tirabusciò
Senzaspine
Sirocco

Gastronomie

La Casalinga

Locali

Cafè Madrid
Café Manaresi
Cyber
Fabrica
La Nuova Stazione

La rassegna si conclude con La Mora Grassa, speciale serata danzante del 28 Febbraio che festeggia la fine del Carnevale con balli, musica e prodotti di mora romagnola, segnando la fine di un lungo mese dedicato alla gastronomia del territorio.

La smettitura del maiale 2017: le sagre di Gennaio 2017 dedicate al maiale


In Romagna la “smettitura” del maiale è un momento importante, che cade nel mese di Gennaio: è il momento in cui si inizia la produzione di specialità suine, “smettendo” i maiali allevati. Per celebrare questa occasione sono diversi gli appuntamenti come feste e sagre che si tengono nel mese di Gennaio: ecco alcuni dei più importanti eventi da non perdere.

maiali

Fira de Bagoin (Villa Verucchio)

È il primo appuntamento in programma, il classico appuntamento di Villa Verucchio che anima Piazza Europa nel weekend del 14 e 15 Gennaio. Due giornate per scoprire specialità come ciccioli, costarelle, salsicce, cotechini accompagnati da erbe di campagna, polenta e fagioli. Ad arricchire l’evento musica e animazione.

Festa dei Bagoin ma la Tora (San Mauro Pascoli)

Nel weekend successivo sarà San Mauro Pascoli ad omaggiare il maiale con la 12esima edizione della Festa dei Bagoin ma la Tora, evento che si tiene presso la Villa Torlonia dal 20 al 22 Gennaio. Tre giorni per scoprire le specialità locali, insieme a mostre, musica e spettacolo.

Festa del Maiale (Montiano)

Nell’ultimo weekend di Gennaio si tiene la Festa del Maiale, evento classico di Montiano che propone specialità suine e la tradizione dei pasquaroli, che si esibiranno in Piazza Maggiore. È l’occasione per gustare salami freschi, salsicce alla griglia, cotechini e altre gustose specialità.

Ricetta Vov alla romagnola, liquore tipico del Natale


vovTipico delle festività natalizie, il Vov è un ottimo liquore da fine pasto, la giusta conclusione di un pasto da grandi occasioni. Servito in piccoli bicchieri, il Vov è perfetto anche per riscaldarsi nelle giornate fredde dell’inverno grazie all’alcool e al grande apporto calorico.

In questo articolo vi spieghiamo come farlo con la ricetta in versione romagnola, un must per le feste natalizie anche in questo territorio.

Ingredienti

1.5 L di latte
450 g di zucchero
2 stecche di vaniglia
8 tuorli d’uovo
220 g di alcool puro
270 g di marsala all’uovo (non secco).

Preparazione

Iniziare la preparazione facendo bollire il latte con lo zucchero e le stecche di vaniglia per 45 minuti. Nel frattempo unire a parte alcool e marsala; incorporare lentamente con i tuorli d’uovo e poi mescolare energicamente.

A questo punto versare il composto alcolico nel latte solo quando sarà completamente freddo. Mescolare e filtrare il composto con un filtro fine. Si può gustare freddo o a temperature ambiente ed è consigliabile agitarlo prima di servirlo.

Ricetta del Ragù alla Romagnola


Il ragù è un caposaldo della cucina italiana, uno dei condimenti preferiti per la pasta molto noto anche all’estero, dove spesso viene imitato. In questo articolo vogliamo proporvi la ricetta della variante romagnola, simile a quella classica bolognese.

ragu-romagnolo

Il ragù alla romagnola è un ottimo accompagnato per la pasta, ma anche la polenta e o tipici strozzapreti romagnoli; a base principalmente di carne, questa ricetta può essere ingolosita con l’aggiunta di salsiccia, che dona al ragù un sapore ancora più deciso.

Ecco quindi la ricetta del ragù alla romagnola!

INGREDIENTI

  • di carne magra macinata
  • 2 bottiglie di passata di pomodoro da 700 grammi
  • 1 fetta di lardo macinata
  • 2 carote
  • 1 cipolla
  • 2 coste di sedano
  • mezzo bicchiere d’olio
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • sale e pepe

PREPARAZIONE

Per preparare il ragù alla romagnola si inizia pulendo sedano, cipolla e carote, riducendo questi ingredienti in dadi fini per il soffritto. In una casseruola versare l’olio e il lardo macinato; appena inizia a sfrigolare aggiungere le verdure, lasciandole appassire per qualche minuto.

Quando le verdure avranno soffritto aggiungere la carne poco alla volta, avendo cura di sgranarla mentre la si versa. Mescolare bene e portare a completa rosolatura. In seguito aggiungere il vino rosso e lasciarlo evaporare tutto; appena fatto condire con sale e pepe, versando poi la passata di pomodoro.

A questo punto è necessario cuocere lentamente: abbassate la fiamma al minino, coprite per ¾ la pentola e lasciar cuocere per due ore, avendo cura che il ragù non si asciughi troppo. In caso aggiungere un po’ d’acqua calda.

CioccoRimini 2016: torna la festa del cioccolato nel centro di Rimini


Per un interno weekend Rimini torna ad essere la capitale del cioccolato con la nuova edizione di CioccoRimini, speciale appuntamento che la città romagnola ospita in occasione del ponte di Ognissanti.

cioccolato

Al centro di questa nuova edizione sarà Piazza Cavour, spazio dove maestri cioccolatai provenienti da tutta Italia proporranno al pubblico le loro creazioni artigianali. È l’occasione per gustare tavolette, cioccolatini e praline di ogni genere, dalle varianti classiche e intramontabili a creazioni originali e golose.

Oltre a vendita e degustazioni di prodotti a base di cioccolato, CioccoRimini propone anche laboratori creativi e spazi dove scoprire i segreti del cioccolato. Sono previsti giochi interattivi, lezioni di cioccolato, concorsi fotografici e altre sorprese.

CioccoRimini 2016 si terrà dal 28 al 30 Ottobre nel centro di Rimini, dalle 10 alle 20 e il Sabato fino alle ore 22.

Formaggio di Fossa: le sagre di Novembre 2016 dedicate al formaggio della Romagna


Con l’Autunno tornano tante specialità gastronomiche, una stagione che dopo il caldo e la voglia di freschezza tipiche dell’estate riporta in tavole cibi saporiti e gustosi. Per la Romagna l’arrivo della stagione fredda coincide con il ritorno di tante specialità: salumi, insaccati, dolci ma soprattutto formaggi.

fossa-talamello

Uno dei formaggi simbolo della Romagna è il Formaggio di Fossa, prodotto sulle colline riminesi e di Forlì – Cesena, in particolare a Talamello e Sogliano; dal sapore forte e inconfondibile è molto apprezzato dagli estimatori dei formaggi.

A conferirgli il suo sapore tipico è la stagionatura nelle fosse, che avviene tra l’estate e i primi di Novembre. Queste fosse vengono utilizzate tutt’oggi a Talamello e Sogliano per la produzione del formaggio.

Ed è proprio in queste due città che a Novembre si tengono due importanti sagre dedicate al formaggio di Fossa. A Talamello la festa si tiene nel centro città il 19 e 20 Novembre, mentre a Sogliano come da tradizione si tiene in 3 Domeniche, ovvero il 20, 27 Novembre e 4 Dicembre.

Chi vuole gustare il formaggio di fossa tipico delle colline riminesi non deve perdere anche un altro evento: Fossa, Tartufo e Venere, manifestazione di Mondaino che propone questo formaggio insieme al tartufo, nelle varianti nero e bianco pregiato. Questo appuntamento si terrà il 13 e 20 Novembre.

La Romagna in Autunno è quindi ricca di sorprese e sapori, una terra da visitare per chi ama i formaggi e le specialità della stagione autunno/inverno.